Maratona di lettere 2022 Incarcerata per essersi opposta alla guerra

Aleksandra Skochilenko rischia fino a dieci anni di carcere per aver sostituito le etichette dei pressi di un supermercato di San Pietroburgo con delle informazioni sull’invasione russa dell’Ucraina. Per questa azione è detenuta in condizioni intollerabili.

SCARICA LA LETTERA QUI!

FIRMA LA PETIZIONE ON-LINE

Aleksandra (detta Sasha) riempie la sua vita di musica e arte. Quando era libera, amava suonare il piano, la chitarra, il mandolino e il flauto, e ospitava jam session per chiunque volesse suonare insieme a lei.

Turbata dall'invasione dell'Ucraina da parte della Russia, il 31 marzo 2022 Aleksandra ha agito. Ha sostituito i cartellini dei prezzi in un supermercato di San Pietroburgo con piccole etichette di carta contenenti informazioni sull'invasione.

Nelle prime ore del mattino dell'11 aprile 2022, la polizia ha arrestato Aleksandra, accusandola di "diffusione pubblica di informazioni consapevolmente false sull'uso delle Forze Armate della Federazione Russa" - un nuovo articolo del Codice penale introdotto frettolosamente dal governo russo nel marzo 2022 per cercare di fermare i russi che criticano l'invasione dell'Ucraina. Decine di persone sono già state arrestate in base a questo nuovo reato.

Dal momento del fermo Aleksandra è detenuta in condizioni terribili. Soffre di celiachia ed è stata costretta a soffrire la fame per la maggior parte del tempo, perché il centro di detenzione non le ha fornito il cibo senza glutine di cui ha bisogno.

Aleksandra è stata anche molestata dai dipendenti del centro di detenzione e dalle sue compagne di cella. Se verrà condannata, Aleksandra rischia fino a 10 anni di carcere.