© Anne Gabriel-Juergens
© Anne Gabriel-Juergens

Petizione "Solo sì significa sì"

5 maggio 2022
Amnesty International Svizzera, insieme a Operation Libero e con il sostegno di oltre 25 altre organizzazioni attive sul tema dei diritti delle donne e della comunità LGBTQIA+, lancia una petizione per mostrare al Parlamento il sostegno popolare per l'introduzione nel codice penale sessuale del principio del consenso, "Solo sì significa sì".

FIRMA LA PETIZIONE!

Il Parlamento sta discutendo l'introduzione di una nuova definizione dello stupro nel codice penale. Per noi è un’evidenza: la soluzione "solo sì significa sì", basata sul consenso di tutte le persone coinvolte, è l’unica che offre una protezione sufficiente dell'autodeterminazione sessuale. La soluzione "no vuol dire no" invece si basa sul rifiuto da parte delle vittime e non considera la realtà vissuta dalle persone che hanno vissuto delle violenze sessuali.

Chiediamo quindi una riforma della legge moderna, basata sul consenso, e sollecitiamo il Parlamento a sostenere l’introduzione della soluzione "solo sì significa sì" nel codice penale in materia di violazioni dell'integrità sessuale.

Le nostre rivendicazioni:

- Il mancato consenso deve essere al centro della definizione giuridica dello stupro e delle altre forme di violenza sessuale.

- La legge deve rendere punibili tutti gli atti sessuali non consensuali. Il consenso deve essere dato liberamente e in modo informato per ogni atto sessuale. Non dovrebbe essere richiesto il rifiuto di atti sessuali da parte della vittima.

- La definizione di stupro dovrebbe essere formulata in modo neutro rispetto al genere e includere esplicitamente qualsiasi penetrazione non consensuale - vaginale, anale o orale - del corpo di un altra persona con una parte del corpo di chi aggredisce o con un oggetto.

FIRMA LA PETIZIONE!

pagina in francese

pagina in tedesco

Per saperne di più, leggi il comunicato stampa o consulta il portale tematico.