Spazio 1929, Via Ciseri 3, Lugano, 12 marzo 2019 Amnesty Apéro - a tu per tu con i diritti umani

Quarta edizione di Amnesty Apéro, l’appuntamento da non mancare per conoscere persone che hanno scelto di difendere i diritti umani in una delle loro molteplici sfaccettature, approfondire un tema d’attualità e scambiare opinioni in un ambiente rilassato e informale.

12 marzo, 9 aprile, 14 maggio e 4 giugno. 
Quattro date da segnare in agenda per i fedelissimi degli Amnesty Apéro, che tornano per anche nel 2019 con 4 serie appuntamenti imperdibili.

Al centro dei nostri incontri dei temi fondamentali per chiunque abbia a cuore i diritti umani.

Martedì 12 marzo avremo il piacere di ospitare Laura Sadis. Con lei e il giornalista Lorenzo Erroi parleremo di economia, dell'importanza di stabilire regole chiare per il rispetto dei diritti umani da parte delle multinazionali con sede in Svizzera, come richiesto da un'iniziativa popolare sostenuta da oltre 100 organizzazioni attive nel nostro paese.

Le conseguenze dei cambiamenti climatici in termini di diritti umani saranno al centro dell'incontro, il 9 aprile,  con Chiara Liguori, esperta del tema che dalla sede centrale di Amnesty International a Londra, dove si occupa dello sviluppo del lavoro politico e strategico sul cambiamento climatico e sui diritti umani dell'organizzazione.

Sul lavoro concreto di Amnesty ci concentreremo invece il 14 maggio, con Livia Saccardi, coordinatrice del programma Crisis response: il suo lavoro consiste nel seguire e analizza le crisi politiche e dei diritti umani, per sviluppare e implementare le campagne e le strategie di advocacy dell'organizzazione.

In giugno, per ricordare la Giornata mondiale dei rifugiati, chiuderemo la serie di incontri parlando di migrazione, una delle più grandi emergenze umanitarie dei nostri tempi. Il 4 giugno incontreremo il Dottor Pietro Bartolo, tra i protagonisti del documentario Fuocoammare, che dal 1992 si occupa delle prime visite ai migranti che approdano a Lampedusa ed è in prima fila nei soccorsi ai sopravvissuti dei naufragi.