Lugano, Università della Svizzera Italiana - Aula A 11, Palazzo Rosso, 23 maggio 2016 Asilo sprint e low cost - tavola rotonda

17 maggio 2016 - Comunicato stampa
Cosa prevede la revisione della Legge sull'asilo in termini di procedure, ristrutturazione dei servizi e protezione giuridica in votazione popolare il 5 giugno? Quali le sue argomentazioni? Come valutare l'esperienza del centro pilota di Zurigo, dove è stato testato il modello proposto?Quali scenari si profileranno all'indomani del referendum? E quali gli impatti per il Ticino?

Fondazione Azione Posti Liberi in collaborazione con Amnesty International invita alla tavola rotonda

ASILO SPRINT E LOW COST

Procedure accelerate e contenimento dei costi.

Prospettive e possibili scenari della revisione della Legge sull'asilo.

Cosa prevede la revisione della Legge sull'asilo in termini di procedure, ristrutturazione dei servizi e protezione giuridica in votazione popolare il 5 giugno? Quali le sue argomentazioni? Come valutare l'esperienza del centro pilota di Zurigo, dove è stato testato il modello proposto?

Quali scenari si profileranno all'indomani del referendum? E quali gli impatti per il Ticino?

Ne discutono:  Gianni D’Amato, Centro di competenze dei diritti umani di Zurigo

                            Denise Graf, Amnesty International Svizzera

                            Filippo Tabet, Segreteria di Stato della migrazione (SEM)

La tavola rotonda sarà moderata da Carlo Silini, giornalista del Corriere del Ticino.

Gianni D’Amato

Professore di migrazione e cittadinanza all’Università di Neuchâtel, direttore del Polo di Ricerca Nazionale e del Forum svizzero per lo studio delle migrazioni e della popolazione (SFM), il centro di competenza elvetico per le ricerche in migrazioni e integrazione. Membro del comitato direttivo del Centro di competenze dei diritti umani di Zurigo.

Denise Graf

Giurista di formazione, lavora nell’ambito dell’asilo da oltre 30 anni. Dal 1984 al 1986 è stata collaboratrice scientifica dell’Ufficio federale di polizia (fedpol) occupandosi delle decisioni in materia di asilo. Ha lavorato poi per Caritas Svizzera in qualità di formatrice dei giuristi impiegati nei consultori giuridici per richiedenti asilo presenti in tutta la Svizzera.

Dal 1999 lavora per Amnesty International Svizzera come coordinatrice asilo.

Filippo Tabet

Laureato in scienze politiche, storia e diritto internazionale all’Università di Zurigo e Bologna, ha lavorato per le Nazioni Unite in Asia e in Africa (assistenza elettorale e analisi politiche e di sicurezza). Dal 2013, lavora come specialista per la Segreteria di Stato della migrazione. Nel 2014 ha collaborato al Centro di procedura di Zurigo, dove sono testati i processi velocizzati nel quadro del riassetto del settore dell’asilo.