Azione di Amnesty contro la tortura © Harrison Mitchell
Azione di Amnesty contro la tortura © Harrison Mitchell

La lotta per i diritti umani

Amnesty International si batte perché siano rispettati i fondamentali diritti di ogni essere umano, sanciti il 10 dicembre 1948 dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite:
  • il diritto alla libertà di pensiero, di opinione e di religione;
  • il diritto alla vita, alla libertà e alla sicurezza della propria persona;
  • il diritto di dimostrare la propria innocenza con un processo pubblico, equo e sollecito.

Il giorno in cui questi diritti saranno universalmente riconosciuti e rispettati, Amnesty International non avrà più alcuna ragione di esistere.

Ma fino ad allora si batterà con ogni mezzo presso i governi di tutti i Paesi per ottenere:

  • il rilascio di tutti i prigionieri per motivi di opinione, uomini e donne detenuti per motivi religiosi, politici o razziali che non abbiano fatto uso di violenza e non ne abbiano promosso l'uso
  • la garanzia di processi equi e tempestivi per tutti i prigionieri; l'abolizione della pena di morte, della tortura e di ogni trattamento inumano, crudele e degradante
  • la fine delle esecuzioni extragiudiziali e delle «sparizioni»
  • la fine delle abusi commessi dai gruppi armati durante i conflitti quali la cattura di ostaggi e le uccisioni arbitrarie
  • la sospensione del rimpatrio di richiedenti l'asilo che corrono il rischio di subire nel loro paese d'origine gravi violazioni e abusi
  • la fine della produzione, dell'uso e del trasferimento di armi indiscriminate di guerra, soprattutto di mine anti-uomo
  • Amnesty International svolge inoltre un lavoro di promozione della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani e di altri strumenti in materia di diritti umani riconosciuti a livello internazionale.

In particolare sollecita tutti i governi a ratificare e mettere in pratica gli standard internazionali in materia di diritti umani ; si impegna in attività di educazione ai diritti umani ; incoraggia organizzazioni non governative, istituzioni commerciali e finanziarie e altri attori non statali al sostegno e al rispetto di questi diritti.

In base ai mutamenti occorsi negli ultimi anni in ambito politico, economico e sociale, Amnesty International ha deciso di ampliare il proprio ambito di intervento.