Ucraina Violenza della polizia all’ombra di Euro 2012

Amnesty International chiede al governo ucraino di mettere in atto misure urgenti per migliorare la situazione dei diritti umani nel paese, in particolare contro la brutalità della polizia che dilaga ...

Amnesty International chiede al governo ucraino di mettere in atto misure urgenti per migliorare la situazione dei diritti umani nel paese, in particolare contro la brutalità della polizia che dilaga nel paese. L’apparato di polizia deve subire un processo di riforma, che consente di indagare sugli assalti commessi da agenti di polizia e punire i colpevoli.

Il 21 aprile di quest'anno in un incidente avvenuto a Leopoli – una delle città che ospiteranno Euro 2012 - due uomini sono stati aggrediti in un bar da sei agenti di polizia: sono stati violentemente picchiati, trascinati fuori dal locale, contro di loro sono stati usati gas lacrimogeni e infine sono stati ammanettati e portati via. Una volta arrivati alla stazione di polizia i feriti, che non sono stati sottoposti a controlli medici, sono stati trattenuti per 12 ore prima di essere finalmente portati in ospedale poiché non riuscivano a stare in piedi a causa delle ferite riportate. Ai due uomini non è stata data alcuna spiegazione sul motivo del loro arresto.

In un primo tempo le autorità locali si sono rifiutate di aprire un'inchiesta contro i funzionari. Solo dopo che il caso è stato reso pubblico dall’avvocato delle vittime, il 25 aprile, cinque dei sei agenti di polizia coinvolti sono stati arrestati.  Il sesto ha affermato di essere stato ferito dai due uomini.

Nel documento informativo Ukraine: Euro 2012 jeopardised by criminal Police force si possono trovare tanti altri esempi che illustrano come la violenza da parte della Polizia stia dilagando nelle città ucraine che ospiteranno le partite di Euro 2012. Il documento mostra come poliziotti abbiano torturato le proprie vittime per estorcere loro denaro o confessioni, o semplicemente a causa del loro orientamento sessuale o della loro origine etnica.