© Amnesty International
© Amnesty International

Diritti umani in Svizzera Muriel Trummer succede a Denise Graf

Comunicato stampa - 21 agosto 2018
Muriel Trummer è la nuova responsabile del lavoro sui diritti umani e l’asilo in Svizzera per la sezione nazionale di Amnesty International. La giurista 44enne succede a Denise Graf, giunta alla pensione dopo 19 anni di lavoro con Amnesty.

Muriel Trummer ha una grande esperienza professionale, in particolare nel campo dell’asilo. Il suo ultimo impiego è stato con l’agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati, l’UNHCR, a Ginevra. In precedenza ha lavorato per sette anni con l’Organizzazione Svizzera di Aiuto ai Rifugiati (OSAR) e per cinque anni ha lavorato in un’antenna di consulenza giuridica per richiedenti asilo. Muriel Trummer ha ottenuto la Licenza in diritto all'Università di Berna, e nel 2016 ha conseguito un Master in diritti umani a Vienna.

"Sono felice che la nostra équipe possa contare sul contributo di un'esperta collaudata come Muriel Trummer. Il lavoro sui diritti umani e l'asilo in Svizzera è tra i compiti più impegnativi della Sezione svizzera di Amnesty", sostiene Manon Schick, direttrice generale di Amnesty Svizzera.

"Per anni Denise Graf è stata determinante nel dare forma e sostanza questa posizione. Con il suo impegno instancabile a sostegno delle persone nel bisogno, Denise si è guadagnata rispetto, cambiando la vita di molte persone in oltre 30 anni di lavoro nel settore dell'asilo (di cui 19 con Amnesty). In molti casi è stato possibile ottenere giustizia solo grazie al suo impegno, che ha permesso il riconoscimento dei motivi di fuga o di evitare l'espulsione.“

"Denise Graf ha dato un contributo fondamentale, con le sue competenze e il suo impegno, nel impostare il lavoro di Amnesty Svizzera.  Ma non si è limitata a questo, e ha avuto un ruolo importante anche nella definizione del sistema dell'asilo in Svizzera.  Altri settori sono stati influenzati dal coinvolgimento di Denise Graf, in particolare il lavoro della polizia in materia di diritti umani", ha dichiarato Manon Schick.