USA Il Presidente eletto Joe Biden deve dare la priorità ai diritti umani

Comunicato stampa, 7 novembre 2020, Washington/Lugano – Contatto media
In seguito alle notizie secondo le quali Joe Biden diventerà il 46esimo Presidente degli Stati Uniti d’America, Bob Goodfellow, direttore a interim di Amnesty International Stati Uniti ha pubblicato la seguente dichiarazione:

“In quanto organizzazione dedicata alla difesa dei diritti umani di ogni individuo negli Stati Uniti e nel mondo, Amnesty International USA esorta la nuova amministrazione Biden ad agire immediatamente per mettere fine alle violazioni dei diritti umani perpetrate dal governo USA, inclusa la detenzione e la separazione di bambini e delle loro famiglie alla ricerca di sicurezza.”

“Mentre l’amministrazione precedente ha commesso numerose violazioni dei diritti umani, molte di queste violazioni hanno preceduto Donald Trump. Per poter invertire la marcia rispetto alla lunga storia di violazioni dei diritti umani negli USA, il Presidente eletto Biden e il Congresso devono dare la priorità a una forte agenda politica per i diritti umani. Abbiamo stilato una lista di undici priorità in materia di diritti umani e con i nostri membri lavoreremo per far sì che queste siano implementate e portate avanti. Tra queste: violenze da parte della polizia, violenza armata, rifugiati, genere, vendita di armi e libertà di espressione.”

“Difendiamo la libertà da dittatori e bulli ovunque nel mondo da quasi sessant’anni – non ci fermeremo ora. Continueremo a lavorare per dare slancio a questi cambiamenti che chiediamo al governo USA e riterremo l’amministrazione Biden responsabile degli obblighi del paese in materia di diritti umani.”

Grazie per la tua donazione

Il tuo impegno è la nostra forza. Grazie per la tua donazione